Commissione parlamentare per le questioni regionali - Mercoledý 26 ottobre 2011


Pag. 196


ALLEGATO 1

Modifiche alla legge 18 marzo 1968, n. 337, e all'articolo 7 della legge 29 marzo 2001, n. 135, in materia di spettacolo viaggiante e di parchi di divertimento, nonché alla legge 27 luglio 1978, n. 392, per la tutela delle attività alberghiere, teatrali e cinematografiche. (Nuovo testo C. 3428).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il nuovo testo della proposta di legge C. 3428, in corso di esame presso la VII Commissione della Camera, recante modifiche alla legge 18 marzo 1968, n. 337, e all'articolo 7 della legge 29 marzo 2001, n. 135, in materia di spettacolo viaggiante e di parchi di divertimento, nonché alla legge 27 luglio 1978, n. 392, per la tutela delle attività alberghiere, teatrali e cinematografiche;
considerato che, ai sensi dell'articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, la «promozione e organizzazione di attività culturali», cui si riferiscono le attività di sostegno dello spettacolo, è riconducibili alla legislazione concorrente;
evidenziato che in relazione all'articolo 4 rileva anche la materia «tutela della concorrenza», attribuita alla potestà legislativa dello Stato,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:
valuti la Commissione di merito l'opportunità di prevedere, all'articolo 4 del testo in esame, che il decreto del Ministro dell'interno ivi richiamato sia sottoposto anche al previo parere della Commissione parlamentare per le questioni regionali.


Pag. 197


ALLEGATO 2

Istituzione del Premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno e disposizioni per il potenziamento della biblioteca e dell'archivio storico della Fondazione Di Vagno, per la conservazione della memoria del deputato socialista assassinato il 25 settembre 1921. (Nuovo testo C. 4333).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il disegno di legge C. 4333, in corso di esame presso la VII Commissione della Camera, recante l'istituzione del Premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno e disposizioni per il potenziamento della biblioteca e dell'archivio storico della Fondazione Di Vagno, per la conservazione della memoria del deputato socialista assassinato il 25 settembre 1921;
considerato che, ai sensi dell'articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione la «tutela dei beni culturali» rientra tra le materie di competenza esclusiva dello Stato, la «valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali» è riconducibile alla legislazione concorrente,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:
valuti la Commissione di merito l'opportunità di prevedere una compartecipazione della regione e degli enti locali interessati agli oneri finanziari recati dal provvedimento in esame.


Pag. 198


ALLEGATO 3

Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani. (S. 2472-B Governo, approvato dalla Camera).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il disegno di legge S. 2472-B, in corso di esame presso la 13 Commissione del Senato, recante norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, su cui la Commissione ha reso parere alla 13a Commissione del Senato in data 9 marzo 2011 ed alla VIII Commissione della Camera il 13 luglio 2011;
considerato che la disciplina oggetto del provvedimento contempla aspetti riconducibili alla competenza legislativa regionale e preso atto che la medesima disciplina appare connessa al profilo della «tutela dell'ambiente e dell'ecosistema», di competenza esclusiva statale ai sensi dell'articolo 117, comma 2, lettera s), della Costituzione;
rilevato, altresì, che il provvedimento incide altresì su profili connessi alla materia istruzione che, per quanto riguarda le norme generali, è affidata alla competenza esclusiva dello Stato, mentre per quanto riguarda le restanti norme è assegnata dall'articolo 117, terzo comma, alla competenza concorrente tra Stato e regioni,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti condizioni:
1) all'articolo 1, siano riservate alla competente legislazione regionale le previsioni afferenti alla realizzazione delle iniziative di promozione per la conoscenza dell'ecosistema boschivo e la definizione delle modalità di realizzazione della messa a dimora in aree pubbliche di piantine di specie autoctone;
2) all'articolo 5, siano soppresse le previsioni sulla tipologia e le caratteristiche dei documenti ivi richiamati, che devono essere definite con decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentita la Conferenza Unificata, ovvero sia prevista l'intesa con la Conferenza unificata in sede di adozione del predetto decreto.