Commissione parlamentare per le questioni regionali - Giovedý 17 maggio 2012


Pag. 245

ALLEGATO 1

DL 52/12: Disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica. (S. 3284 Governo).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il disegno di legge di conversione del decreto-legge 7 maggio 2012, n. 52, in corso di esame presso le commissioni riunite 1a e 5a del Senato, recante disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica;
considerati necessari e indispensabili gli obiettivi perseguiti dal provvedimento, volti ad eliminare inefficienze e criticità nella produzione ed erogazione dei servizi pubblici e ad ottenere risorse da destinare alla crescita;
rilevata l'opportunità di attivare incisive modalità di interlocuzione con le autonomie territoriali in relazione all'esigenza di una efficace modulazione degli interventi volti alla razionalizzazione della spesa pubblica di Regioni ed enti locali;
considerata la necessità di determinare una riduzione della spesa anche attraverso la soppressione di tutta una serie di enti pubblici non elettivi ed attraverso una razionalizzazione degli uffici periferici dello Stato;
evidenziata l'esigenza che le Regioni svolgano una più incisiva funzione nel processo di attuazione della razionalizzazione della spesa pubblica;

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti condizioni:
1) sia precisato che le norme contenute nel provvedimento e riferite alle autonomie territoriali siano conformi al dettato costituzionale con riferimento al titolo V della Costituzione ed alla piena attuazione del processo federalista, con specifico riferimento alle previsioni della legge delega sul federalismo fiscale e dei decreti legislativi di attuazione della medesima;
2) sia previsto che la relazione sull'attività di razionalizzazione della spesa pubblica si cui all'articolo 4 sia trasmessa anche alla Conferenza Stato-Regioni e autonomie locali.


Pag. 246

ALLEGATO 2

Disposizioni per la tutela dei lavoratori dello spettacolo, dell'intrattenimento e dello svago. (C. 762 e abb. Ulteriore nuovo testo unificato).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, l'ulteriore nuovo testo unificato delle proposte di legge C. 762 e abb., in corso di esame presso la XI Commissione della Camera, recante «Disposizioni per la tutela dei lavoratori dello spettacolo, dell'intrattenimento e dello svago»;
considerato che il provvedimento reca misure tese ad estendere alcune forme di tutela previdenziale e sociale ai lavoratori dello spettacolo;
rilevato che il contenuto del provvedimento afferisce alle materie di competenza esclusiva statale «sistema tributario e contabile dello Stato» e «previdenza sociale», ai sensi dell'articolo 117, secondo comma, lettere e) ed o) della Costituzione, e considerato, peraltro, che con riferimento ai profili relativi alla disciplina dell'attività professionale assumono rilievo materie di competenza legislativa concorrente quali le «professioni» e la «valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali»;

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione:
sia prevista l'intesa con la Conferenza unificata nel quadro della procedura di attuazione delle disposizioni recate dal provvedimento, con specifico riguardo alle previsioni di cui all'articolo 3, relative alla nuova figura professionale degli agenti degli artisti di spettacolo, in analogia a quanto previsto all'articolo 1 per i lavoratori dello spettacolo e con riferimento al registro di entrambe le categorie previsto all'articolo 4.